bressana.it » Blog Archives

Tag Archives: STORIA

Bressana e Bastida si salvano dal bombardamento grazie al Comandante Saylor

bastida-bressana-bombe-600BASTIDA PANCARANA BRESSANA – Bastida Pancarana e Bressana Bottarore oggi potrebbero non esserci più, saltate letteralmente in aria a causa di una operazione segreta prevista nella seconda Guerra Mondiale.

La notizia è raccolta in un documento e in inedite fotografie scoperte in Alabama da Daniele Salerno, autore di diversi libri dedicati al secondo conflitto mondiale.

Il 16 gennaio del 1944, 24 aerei B 26 Marauder avevano l’obiettivo di distruggere il ponte del Po, ma la visibilità era inesistente. Vennero sganciate alla cieca quattro bombe che caddero a 4 chilometri dal bersaglio, sfiorando le case di Bastida e Bressana. Continue reading

Published by:

Ricordo dell’eccidio di Cascina Bella

Bressana ricorda il barbaro eccidio di Cascina Bella, perpetrato dai nazifascisti il 19 gennaio 1945, commesso dai nazifascisti. Nel 2015 ricorre il settantesimo anniversario dell’uccisione dei partigiani Natale Del Favero, Pierino Landini, Peppino Marabeli, Bordino Milanesi e Erminio Milanesi. Saranno ricordati anche gli altri caduti per la libertà di Bressana: Francesco Arricciati, Paolo Bernini, Mario Casale, Erminio Guardamagna, Olmare Maggi, Guido Montagna, Giacomo Stafforini. Sabato 24, presso la parrocchia San Giovanni Battista
si svolgerà la funzione religiosa; domenica 25 la manifestazione ufficiale con il ritrovo in piazza, la visita alla Croce di Cascina Bella, il corteo e i saluti del presidente dell’Anpi e del sindaco Maria Teresa Torretta. Al termine saranno consegnate le tessere ad honorem dell’Associazione.

Tratto da “La Provincia Pavese” del 13 gennaio 2015
Link all’articolo originale

Published by:

Scarpe rotte, eppur bisogna andar

Titolo: Scarpe rotte, eppur bisogna andar
Sottotitolo: Per capire la Storia attraverso le storie di uomini semplici e i ricordi di un “ribelle”
A cura di: Adriano Sampellegrini
Anno: 2013
Caratteristiche Tecniche: 88 pagine – Fotografia in b/n – Copertina Brossura
Descrizione: Questo libro è dedicato alla gente dell’Oltrepo montano, per l’aiuto prestato a quegli uomini che non avevano accettato di vivere in un Paese servo.

Published by:

Bressana Bottarone: Agostino Depretis e il suo tempo

Convegno Agostino Depretis e il suo tempoSabato 24 settembre 2011 alle ore 14.30 si è svolto un convegno nella Sala Polivalente del Comune di Bressana Bottarone che aveva lo scopo di chiarire data e luogo di nascita e di morte di Agostino Depretis. Personaggio legato alla storia di Bressana in quanto nato nell’attuale frazione Cascina Bella il 31 gennaio 1813 e battezzato nella frazione ecclesiastica di Rea e del Comune di Mezzana Bottarone (ora frazione Bottarone). Fu, come il padre, amministratore della proprietà Gazzaniga Arnaboldi, e consigliere prima e sindaco poi del comune di Mezzana Bottarone.

Si trasferì a Stradella e ne divenne sindaco per 3 anni dal 1849 al 1851. Morì a Stradella il 29 luglio 1887.

Fu Presidente del Consiglio del Regno d’Italia per nove mandati dal 25 marzo 1876 sino al giorno della sua morte.

A sostegno di quanto scritto l’atto originale di battesimo pubblicato da Mario Moroni a pagina 12 del volume “Memorie di Rea” (finito di stampare nel settembre 2004).

Segnalo due link di approfondimento sull’argomento:
Dove e quando è nato Agostino Depretis
A Bressana Bottarone (PV), Aldo Accardo ha parlato dell’inchiesta Depretis sulla Sardegna del 1869

Published by:

Eccidio di Cascina Bella Dal Verme alla cerimonia

Rino Vigo ex partigiano Crespi

Rino Vigo ex partigiano Crespi

La presenza di Luchino Dal Verme, il comandante Maino della Resistenza garibaldina nell’Oltrepo pavese, ha arricchito di ulteriore significato la cerimonia per il 66º anniversario dell’eccidio di Cascina Bella. Il 19 gennaio 1945, cinque partigiani della brigata Crespi, nascosti in una buca nei boschi di Po, furono barbaramente trucidati dai militi della Sichereits del colonnello Fiorentini. Una strage che Bressana non vuole, nè puó dimenticare. Il conte Dal Verme, che conosceva quei ragazzi, per aver condiviso con loro l’esperienza della guerra in montagna, ha portato dall’alto dei suoi 97 anni la sua testimonianza, un contributo ancora lucido e di valore storico da parte di uno degli ultimi grandi protagonisti della lotta di Liberazione. Tra i relatori, anche Savini dell’Aned pavese. Il sindaco Rovati ha premiato Rino Vigo, ex partigiano della Crespi, presidente dell’Anpi, che scampó casualmente al massacro.

Tratto da “La Provincia Pavese” del 25 gennaio 2011
Link all’articolo originale

Published by:

Microcosmo

Microcosmo-copertina

Titolo: Microcosmo
A cura di: Adriano Sampellegrini
Progetto grafico di: Alessandro Disperati
Anno: 2010
Prezzo: € 10,00
Caratteristiche Tecniche: 88 pagine – Fotografia in copertina a colori – Copertina Brossura
Descrizione Indice: Agli amici di Bressana – Microcosmo
Introduzione: Mi corre l’obbligo di precisare che il libro è una ricostruzione storica, il più fedele possibile, della vita nel paese negli anni Cinquanta. Non ho inteso fare una galleria di personaggi locali, che è già stata fatta da altri in modo encomiabile. Ho voluto invece tentare la strada del racconto, del romanzo ambientato nel paese, con tutte le difficoltà del caso. Ho quindi inserito anche personaggi di fantasia, che non sono però estranei al mondo che andavo a raccontare, ma lo rappresentavano nella sua essenza. Questi personaggi, costruiti con un paziente lavoro di ricerca sulla memoria per creare dei personaggi credibili, sono quindi funzionali al racconto e non rappresentano solo se stessi, ma tutti gli uomini di quel tempo.

Published by:

Agostino Depretis e la provincia di Pavia

Microcosmo-copertina

Titolo: Agostino Depretis e la provincia di Pavia
Coordinamento scientifico: M. Brignoli, A. Colombo
Redazione: S. Lomartire
Riproduzioni: E. Papa
Progetto editoriale: F. Ricci
A cura di: Amministrazione provinciale di Pavia – Edizioni Torchio de’ Ricci Pavia
Anno: 1988
Prezzo: € 33,00
Caratteristiche Tecniche: 286 pagine – Fotografia in b/n – Copertina Rigida
Indice: Presentazione (G. Rezzani) – A. Depretis e l’Amministrazione locale (M. Brignoli) – Relazioni di A. Depretis al Consiglio Provinciale di Pavia – Introduzione (A. Colombo) – I quattro Vangeli – Interventi (Rezzani, Tesoro, Rovati, De Paoli, Calandra e Colombo)
Introduzione: Il corredo iconografico di questo volume è piuttosto inconsueto ma non per questo inefficace. Si è preferito non ripetere immagini di uomini ed avvenimenti già ampiamente noti; si è voluto, per contro, scegliere una iconografia che richiami la vivacità della lotta politica, la polemica, anche aspra, di cui si nutrono le contese civili.
I nostri personaggi non sono innalzati sul monumento, ma restano quelli che sono stati: uomini politici, non unanimemente applauditi ma giudicati e bersagliati dalla satira e dalla caricatura.
E’ un modo persuasivo per avvicinarci alla vita politica di quegli anni, di avere più vicini i protagonisti, di vederne, senza il velo di auliche esaltazioni, luci ed ombre, vizi e virtù.
La sequenza delle tavole non ha correlazione immediata nel saggio in cui ognuna di esse è stata inserita; la scelta grafica editoriale della presente edizione mantiene il criterio cronologico.

Published by: