• Bianchi ricorda Cascina Bella

    Bressana Bottarone commemora domani pomeriggio il 71° anniversario dell’eccidio di Cascina Bella. Il triste episodio, avvenuto il 19 gennaio 1945, costò la vita ai partigiani Natale del Favero, Pierino Landini, Peppino Marabelli, Bordino ed Erminio Milanesi, uccisi dai nazifascisti. Domani alle 11 nella sala polivalente del Comune sarà proposta la mostra sulla Resistenza vista dai ragazzi e con l’esposizione delle fotografie dei funerali dei martiri di Cascina Bella.

    Al saluto del presidente della sezione Anpi locale Gian Pietro Miracca e del sindaco del comune di Bressana Bottarone Maria Teresa Torretta seguirà la lettura di brani intitolata “Donne e Resistenza”. Continue reading

    Published by:
  • Bressana Bottarone – Video di PiccolaGrandeItalia.Tv

    Video

    Lambita dal Grande Fiume, Bressana Bottarone accoglie il visitatore alle porte dell’Oltrepò Pavese. Una località prevalentemente pianeggiante che ha fatto dell’agricoltura l’asse portante della propria economia. La storia stessa della nascita dell’istituzione comunale (risalente al 10 agosto 1928) ci riporta ad un passato, non troppo lontano, in cui la vita si snodava attorno a pievi e grandi cascine suddivise in tre differenti realtà amministrative che si sono integrate nel tempo: l’antica località di Argine, quella di Bressana e di Mezzana Bottarone.

    Published by:
  • Asilo Nido e Scuola Indemini

    Il nido nasce come asilo infantile nel 1957, per volontà di Ida e Bice Indemini, ultime discendenti di illustre e storica famiglia bressanese, che lasciarono buona parte delle proprietà immobiliari e non e la loro casa padronale per la fondazione in Bressana Bottarone di un asilo infantile, intestato ai loro genitori Cesare ed Eveleda Indemini, da cui il nido prende appunto il nome. Continue reading

    Published by:
  • Vince 124mila euro al lotto

    Ha giocato 4 euro al lotto, e ne ha vinti oltre 124mila: è la vincita più alta d’Italia in questo concorso. Il fortunato vincitore ha scelto di giocare sulla ruota di Bari 1 euro sull’estratto, 1 euro sull’ambo, 1 euro sul terno, 1 euro sulla quaterna centrando quattro estratti, sei ambi, quattro terni, 1 quaterna. I numeri giocati sono stati 2, 54, 85, 90. La vincita è stata ottenuta nella ricevitoria di Gegè Picchi in via Depretis, 112.
    Il gioco del lotto ha generosamente premiato non solo la Lombardia ma tutta l’Italia: con l’estrazione di martedì sono state infatti distribuite vincite per oltre 10 milioni di euro su tutto il territorio nazionale.
    Il gioco del lotto è la principale lotteria a quota fissa del mondo e solo in Italia ha un numero di appassionati che si avvicina ai dieci milioni. Dal 1993 il lotto è gestito in qualità di concessionaria esclusiva dello Stato da Lottomatica, leader in Italia nel settore dei giochi.

    Tratto da “La Provincia Pavese” del 2 luglio 2015
    Link all’articolo originale

    Published by:
  • Bressana e Bastida si salvano dal bombardamento grazie al Comandante Saylor

    bastida-bressana-bombe-600BASTIDA PANCARANA BRESSANA – Bastida Pancarana e Bressana Bottarore oggi potrebbero non esserci più, saltate letteralmente in aria a causa di una operazione segreta prevista nella seconda Guerra Mondiale.

    La notizia è raccolta in un documento e in inedite fotografie scoperte in Alabama da Daniele Salerno, autore di diversi libri dedicati al secondo conflitto mondiale.

    Il 16 gennaio del 1944, 24 aerei B 26 Marauder avevano l’obiettivo di distruggere il ponte del Po, ma la visibilità era inesistente. Vennero sganciate alla cieca quattro bombe che caddero a 4 chilometri dal bersaglio, sfiorando le case di Bastida e Bressana. Continue reading

    Published by:
  • Torna Zagar grande caccia al tesoro per tutte le età

    A Bressana, con grande entusiasmo, ritorna caccia Zagar, il famoso gioco che nelle due edizioni precedenti (2011 e 2012) aveva coinvolto tutto il paese. Non solo bambini, ma anche adulti e persino nonni, si erano lanciati alla ricerca delle banconote, rigorosamente finte, disseminate all’interno del perimetro stabilito: i soldi sono infatti necessari per comprare indizi fino a scoprire quale persona si cela dietro alla figura dello Zagar. L’anomala «caccia al tesoro» nelle precedenti edizioni aveva coinvolto tutto il paese, con grande entusiasmo e partecipazione di adulti, ragazzi e bambini. I giudici stanno già organizzando i dettagli dell’edizione che durerà dal 3 al 17 maggio: «Negli anni scorsi, per motivi di lavoro, non siamo stati in grado di riproporre la caccia – ha spiegato Gianluca Aresu, organizzatore e giudice del gioco – ma quest’anno abbiamo in mente un’edizione speciale in ricordo di Michael Ferro, nostro caro amico e giudice Zagar, venuto a mancare a gennaio». Fondamentali per la riuscita dell’evento sono stati l’aiuto del Comune, che ha concesso l’utilizzo delle sale municipali per il ritrovo dei partecipanti, e dei commercianti della zona, che hanno sponsorizzato la stampa delle banconote. I giudici hanno pensato proprio a tutto, dal perimetro sicuro lontano dalla statale e dai binari, alla scelta dei soldi: «Il primo anno usavamo le lire, poi l’euro e quest’anno, invece, il dollaro. Abbiamo cambiato conio in modo che nessuno
    possa riutilizzare, barando, i soldi delle scorse edizioni», continua Aresu. Una novità per quest’anno sarà la partecipazione di una decina di ragazzi provenienti dalla casa famiglia Exodus di Garlasco, che avranno la possibilità di contribuire attivamente come giudici.

    Tratto da “La Provincia Pavese” del 26 febbraio 2015 e scritto da Marta Calatroni
    Link all’articolo originale

    Published by:
  • Ricordo dell’eccidio di Cascina Bella

    Bressana ricorda il barbaro eccidio di Cascina Bella, perpetrato dai nazifascisti il 19 gennaio 1945, commesso dai nazifascisti. Nel 2015 ricorre il settantesimo anniversario dell’uccisione dei partigiani Natale Del Favero, Pierino Landini, Peppino Marabeli, Bordino Milanesi e Erminio Milanesi. Saranno ricordati anche gli altri caduti per la libertà di Bressana: Francesco Arricciati, Paolo Bernini, Mario Casale, Erminio Guardamagna, Olmare Maggi, Guido Montagna, Giacomo Stafforini. Sabato 24, presso la parrocchia San Giovanni Battista
    si svolgerà la funzione religiosa; domenica 25 la manifestazione ufficiale con il ritrovo in piazza, la visita alla Croce di Cascina Bella, il corteo e i saluti del presidente dell’Anpi e del sindaco Maria Teresa Torretta. Al termine saranno consegnate le tessere ad honorem dell’Associazione.

    Tratto da “La Provincia Pavese” del 13 gennaio 2015
    Link all’articolo originale

    Published by:
  • Parco naturale della garzaia Via alle opere per la tutela

    Dal 15 dicembre prossimo prenderanno il via i lavori di manutenzione forestale alla Riserva Naturale “Garzaia della Roggia Torbida”di Bressana Bottarone, lungo la strada provinciale Bressana-Salice. Rientrano nell’ambito di una serie di interventi che fanno parte di un programma di manutenzione idrica e forestale delle Riserve Naturali che la Provincia di Pavia effettuerà entro la fine dell’inverno e che è stato affidato alle aziende agricole del territorio. «La Provincia di Pavia è impegnata in un programma di tutela e valorizzazione ambientale per la sistemazione di aree verdi e la tutela dei corsi d’acqua – spiega l’assessore all’Ambiente Michele Bozzano –. La manutenzione periodica è di fondamentale importanza per migliorare il deflusso dei corsi d’acqua, per verificare lo stato di conservazione delle piante e individuare le situazioni che
    necessitano di interventi urgenti a presidio del territorio». I lavori saranno finalizzati alla messa in sicurezza della Bressana-Salice a partire dal sottopassaggio ferroviario fino al ponte sulla Roggia Torbida, e prevedono il taglio delle piante lungo entrambi i lati stradali.

    Tratto da “La Provincia Pavese” del 14 dicembre 2014 e scritto da M.T.
    Link all’articolo originale

    Published by: